Bikeframe oggi

l’aggiornamento Bikeframe 2.0

BikeFrame 2.0

Nel corso degli anni la metodica di lavoro si è aggiornata e la strumentazione è stata implementata per offrire un servizio sempre all’avanguardia e al passo con la scienza che è sempre di più applicata allo sport. Il simulatore ideato dall’ing. Biagini nel 1997, dopo circa 20 anni di onorato servizio è andato in pensione, lasciando il lavoro al nuovo simulatore di posizioni in funzione da inizio 2019, dopo mesi e mesi di progettazione, installazione e collaudi.

Questo nuovo macchinario, ideato anch’esso dall’ing. Biagini per la parte meccanica, coadiuvato dall’ing. Francesco Baralli per la parte software e rifinito dall’ing. Alessandro Colò dal punto di vista ciclistico, rappresenta un’importante svolta nell’attività. Il nuovo simulatore, che di fatto ha dato inizio alla nuova era Bikeframe 2.0, è ad attuazione interamente elettrica: 4 motori elettrici passo-passo azionano 4 assi che movimentano sella e manubrio, secondo lo stesso principio del vecchio simulatore, ma con i vantaggi di una minore rumorosità, una maggiore precisione e ripetibilità, oltre al fatto di avere una maggiore pulizia ed uno style molto più accattivante.

Altra importante novità è la possibilità di effettuare l’analisi di pedalata SRM, ossia misurare con intervalli di tempo infinitesimali (5 ms) la coppia che il ciclista esprime rispetto all’asse di rotazione delle pedivelle, dando luogo a curve di potenza che definiscono la qualità di pedalata e ne evidenziano eventuali difetti da correggere, difficilmente visibili ad occhio nudo. L’analisi di pedalata viene svolta a diversi livelli di carico mediante modulazione della resistenza su un rullo smart Elite Drivo a cui il simulatore è collegato.

Contattaci

Chiama: 329 8133007
Email: info@biomeccanica.bike
Visita: Via Sarzana 640, La Spezia